la lotta agli occhiali neri è appena cominciata…

Archivi tag: oroscopo

Questo mese ritorna a grande richiesta il sempre improbabile veggente Augusto Palomar che ha interrogato i fondi dei bicchieri dei cocktails che si è bevuto per comprendere che mese vi aspetta…buona lettura!

acquario

NEGRONI (1/3 vermouth rosso, 1/3 bitter, 1/3 gin, fetta d’arancia, bicchiere tumbler ghiaccio, mescolare velocemente): un classico aperitivo italiano, forte dal gusto deciso, con il problema del dopo che cosa ti bevi? Già, perché dopo il negroni puoi bere solo un altro negroni, quindi anche tu preferisci persistere nella tua inabbinabile perfezione… ma forse dovresti renderti un pochino più mixabile ed incominciare a darla via come un frisbee, non pensi?

Continua a leggere


acquario

ITALIA DEI VALORI: è abbastanza evidente: i tuoi valori non sono quelli che coincidono con la stragrande maggioranza degli italiani, quindi ‘sto giro ti è andata molto male…eppoi lo sai come son fatte le persone, l’immagine conta più della sostanza…quel modo di presentarti, quel modo rozzo di parlare…poi finisce che nessuno ascolta le cose che hai da dire. A marzo ti consiglio una frequentazione massiccia dei canali di REAL TIME, così riuscirai a costruirti un’immagine convincente che ti servirà anche nelle tue imminenti scelte professionali! Continua a leggere


Augusto Palòmar è in tour editoriale nel nord Europa per presentare la sua ultima fatica dal titolo “quando il dito indica la luna, tu guarda l’altra mano che ti sta ciurlando il portafoglio”. Il clima freddo, le giornate corte, la dieta a base di zuppe e salsicce lo infastidiscono ed acuiscono la sua nostalgia per la sua casa ai caraibi, le cene a base di aragosta e le sue quattro mogli…

Così a cabasisi girati ha elaborato un oroscopo tratto dall’allegro chirurgo. Sì, proprio il gioco in cui dovevate estrarre ad un paziente obeso ed alcolizzato svariati organi rovinati. Se con la pinzetta toccavate il bordo, il naso da superciuck suonava e voi avevate perso. Inforcate quindi la pinza ed a ciascuno il proprio ossso.

Continua a leggere