La domanda sorge spontanea.

Ma come avranno fatto tutti quegli hippies che erano a Woodstock a godersi il concerto di Jimi Hendrix senza avere uno smartphone sempre piantato davanti agli occhi?

ehi, nessuno aveva uno smartphone davanti agli occhi

Si saranno rotti le palle?

Non si ricorderanno più nulla di quei momenti epici?

Avranno sofferto terribilmente di solitudine e isolamento sociale?

Avranno pensato tutto il tempo…”minchia come vorrei whatsappare con qualcuno“?

Son domande che mi sovvengono, poiché andando a vedere qualche concerto ogni tanto, mi sembra che il numero di persone che sceglie di non vedere il concerto, ma di vedere il proprio smartphone che guarda il concerto stia diventando sempre più consistente…

smartphone alla riscossa

Probabilmente quelli che erano a Woodstock, arrivando sotto al palco, al massimo avranno avuto l’ansia di recuperare qualche buon acido e whatsappare a coppie di due o multipli di due direttamente lì sul prato in nome dell’amore libero.

Noi invece arriviamo sotto al palco in preda alla tipica ansia 2.0 di dover far sapere a tutto il mondo che siamo andati a vedere il concerto dei mitici minkiafried!!

Allora, non appena i minkiafried escono sul palco per il primo pezzo ecco che tutti tiran su gli smartphone, via subito con foto e video e poi tutti giù con la testa a connettersi immediatamente su fb, whatsapp e instagram perchè bisogna subito postare la foto sui social, di solito accompagnata a significativi commenti del tipo…

MINKIAFRIED presente!

MINKIAFRIED io ci sono!

MINKIAFRIED è già delirio!

In quei cinque minuti dedicati al momento “cartolina digitale ” potrebbe pure salire sul palco Albano a cantare Felicità tenendosi la fava in mano che non se ne accorgerebbe nessuno…tutti chini sullo smartphone a postare, a condividere, a spedire, a far sapere…

taac...scatta la condivisione

taac…scatta la condivisione

Adesso che tutto il mondo sa che siamo a vedere i minkiafried e che siamo fighi perchè abbiamo una vita rock and roll, potremmo anche mettere via il telefonino e cominciare a fare la cosa per cui in teoria abbiamo pagato un biglietto: guardare il concerto.

E invece no! C’è ancora un mucchio di lavoro da smaltire e il carico d’ansia è ancora elevato…

Instagram.

Instagram si, ma quale filtro? Brannan? Sutro? Hudson? (ma che nomi del cazzo hanno i filtri di Instagram!!)

‘Azz questa canzone non me la ricordo…Shazaam

Una whatsappata all’amica con allegata la foto di Brian dei minkiafired!

E per finire una veloce controllatina su fb per vedere se qualcuno ha già commentato il nostro post di inizio concerto!

Ok, adesso finalmente tuffiamoci nel mood del concerto…’sti minkiafried spaccano proprio!

Eh no! Adesso entriamo nella fase della documentazione storica, ovvero scattare ‘ste dieci o venti foto che non servono assolutamente a niente e che nessuno rivedrà mai!!

Perché diciamocelo chiaramente…le foto dei concerti fatte con i telefonini sono tutte uguali e fanno cagare!!

le foto dei concerti sono tutte uguali

le foto dei concerti sono tutti uguali

le foto dei concerti sono tutte uguali

Arriva il gran finale e i minkiafried escono per i bis acclamati dal pubblico! 

Attaccano la loro ballata triste e torcibudella…un tempo sarebbe stato tutto un fiorire di accendini accesi che diciamoci la verità…un pò facevano cagare, però il suo fascino ce l’avevano…eppoi era pure divertente perchè non potevi più metterti l’accendino in tasca per dieci minuti perchè rischiavi di ustionarti l’inguine…

Adesso con l’app della torcia in funzione al momento del lento sembriamo tutti dei parcheggiatori di aerei in turno notturno alla Malpensa…

E siamo al fuoco di fila dei pezzi che li hanno resi famosi in tutto il mondo!

Noi siamo pronti ad imbracciare il nostro smartphone e via con la fase del cine-operatore!!

Non vuoi quindi girare almeno tre video da un minuto e trenta per immortalare il tripudio della folla e le canzoni che tutti aspettavano di sentire?

è arrivato il momento del video

è arrivato il momento del video

E fidatevi di me…se le foto poi non le rivedi, il video nel telefonino men che meno! Di solito fa subito una brutta fine e non sopravvive al primo cambio dell’armadio che fai nello smartphone una sera in metropolitana mentre torni a casa dal lavoro.

E così il concerto è finito!

Stranamente anche quelli che non hanno mai praticamente staccato il naso dal loro smartphone si lanciano in commenti audaci e pieni di trasporto sul concerto dei minkiafried. A detta loro pare che sia stato un concerto indimenticabile…mah…se lo dicono loro…

Verrebbe voglia di far della sociologia spicciola e dozzinale, domande del tipo “chissà dove andremo a finire di questo passo?” oppure “ma non è che tutto questo essere connessi ci sta togliendo qualcosa?”

Domande che mi accompagnano fino al mio ingresso in metropolitana, dove vedo una tizia super cool cadere di faccia dalle scale perchè aveva gli occhi incollati allo schermo del suo smartphone dotato di cover dorata a forma di tirapugni, esattamente come la foto che vedete qui sotto…

cover-tirapugni-oro-tira-pugni-maniglia-foto-plastica-bumper-per-iphone-5

E allora penso che forse le mie sono domande banali, ma la dura realtà dei gradini del pavimento della metropolitana mi ha comunque dato le risposte che cercavo…

Annunci