Augusto Palòmar è in tour editoriale nel nord Europa per presentare la sua ultima fatica dal titolo “quando il dito indica la luna, tu guarda l’altra mano che ti sta ciurlando il portafoglio”. Il clima freddo, le giornate corte, la dieta a base di zuppe e salsicce lo infastidiscono ed acuiscono la sua nostalgia per la sua casa ai caraibi, le cene a base di aragosta e le sue quattro mogli…

Così a cabasisi girati ha elaborato un oroscopo tratto dall’allegro chirurgo. Sì, proprio il gioco in cui dovevate estrarre ad un paziente obeso ed alcolizzato svariati organi rovinati. Se con la pinzetta toccavate il bordo, il naso da superciuck suonava e voi avevate perso. Inforcate quindi la pinza ed a ciascuno il proprio ossso.

acquario

ACQUA AL GINOCCHIO: il vostro problema è l’indecisione! Da bambini eravate l’incubo del bagnino (sun umbrella opener). Se si distraeva e vi permetteva di scegliere autonomamente il gusto del ghiacciolo finiva che vi ripescavano dal frigo dopo un ora ibernati come un nasello e con un bastoncino di ghiacciolo sciolto nelle ditina congelate. Al liceo avevate due pretendenti e per non offendere nessuno dei due avete scelto di fidanzarvi col bidello (schiacciatina’s pusher). Insomma fate venire l’acqua alle ginocchia. Consiglio del mese: su due ipotesi tirate la monetina e poi scegliete l’opposto.

ariete

STRAPPO AL CAVALLO:  era tutto perfetto quella sera, stavi andando alla grande, sciolto, brillante, sicuro di te, fino a quando un movimento un filo audace e…straap, il cavallo dei pantaloni non ha retto, lasciandoti in mutande sul più bello. E allora questo ti insegna che hai ancora bisogno di curare tutto nei mini dettagli se vuoi raggiungere degli obiettivi importanti in questo mese di febbraio. Nulla può essere lasciato al caso, non sei pronto per l’improvvisazione. Imbarazzo e brutte figure son nascosti proprio dietro l’angolo!

bilancia

COSTOLE DI RICAMBIO: ma che ve ne frega se qualcosa va storto, tanto voi siete dei mc gyver esistenziali! Se finisse il gasolio nella macchina, la fareste andare ad olio di colza, e friggereste le patatine con l’olio dei freni, lavando poi i piatti col liquido lavavetri. Chi vi sta attorno vi adora, tranne forse il vostro meccanico (500 euros man).

cancro

CUORE INFRANTO: vi ha lasciato! tutto l’amore che c’era è finito in un cestino della spazzatura. Un giorno in più che passa ormai, ma la notte ti fa impazzire, e non è neanche l’unica volta che vieni mollato dall’ultimo tuo grande amore…ma non era una settimana fa..quell’altra storia, e quindici giorni fa al bar, e tre settimane fa..?? Forse dovresti incominciare a chiamare le cose col loro nome, perchè come diceva il grande etologo svizzero Pierre Littbarrski “non è che se continui a chiamare gatto un cane, questo poi inizia a miagolare”.

capricorno

OSSO DELLA CAVIGLIA COLLEGATO ALL’OSSO DEL GINOCCHIO: pepatencia! Ti aspetta una vera impresa! È il più difficile da estrarre, e non ti dico poi per rimetterlo dentro! Non c’è verso di non far suonare quel nasone da alcolista di questo maledetto bambolotto. Consolati! Se riesce, questa è l’operazione che paga di più.

gemelli

CAVIGLIA SLOGATA: manco foste Pato, l’ormai ex giocatore del milan (ever broken milan player). Ad ogni soffio di vento vi fate male, guardate il cielo e vi viene la congiuntivite, respirate troppo forte e vi viene il raffreddore, aprite un barattolo e vi slogate una spalla. A febbraio avete bisogno di  una bella cura ricostituente…altrimenti vi toccherà ricorrere alle cure di milan-lab.

leone

CRAMPO DELLO SCRITORE : fai attenzione! quel dolore che provi tra il pollice e il palmo della mano non è il crampo dello scrittore ma il crampo di chi usa troppo l’Iphone. Allora, caro Leone, per febbraio riscopri il piacere del rapporto con la carta, il bello di sporcarsi le mani con l’inchiostro e scrivi un sacco di lettere d’amore. Non sai a chi? Te lo detto che stai troppo tempo con la testa china sul quel telefonino e hai perso la capacità di cogliere gli sguardi delle persone che ti circondano…quante occasioni stai perdendo!

pesci

POMO DI ADAMO: il cantautore (C note round song composer) mongolo Suna Yang “il frutto che più desideriamo è quello di cui non conosciamo il sapore“, d’altra parte vorrei vedere voi mangiare montone tutti i santi giorni! Questo mese sarete tentati dallo sconosciuto e dall’insolito, anche se ciò comporterà rischi, dubbi e molti pericoli. Si vabbè, ma il bungee jumping con l’elastico delle mutande mi sembra troppo.

sagittario

CESTA DEL PANE: cesta del pane? Cesta del pane? E che vuol dire? Qual è il misterioso organo da estrarre in questa operazione. Io, data la posizione “bassa” dell’articolo e comprendendo che negli anni sessanta, data in cui uscii l’allegro chirirgo, certe cose in un gioco per bambini non si potevano scrivere, ipotizzerei per i solutori più abili degli scambi di vocali: “ciste del pene”, in altre parole una gran rottura di cazzo! Che poi è quello che vi aspetta in questo insulso e troppo corto mese di febbraio.

scorpione

MAL DI VEDOVA: quanti dolori con quest’osso della vedova, e voi ve ne lamentate peggio della cariatide del gruppo TNT. Indisposizioni, contrattempi, piccoli disguidi, semafori rossi, confezioni che non si aprono, code alla posta, mal di testa del partner, tutto fa brodo per lamentarsi. Ma vanno proprio così male le cose? Non state tenendo un atteggiamento che il poeta napoletano Felice Scisciamuocca sintetizzava nell’espressione “chiagne e fotte”? se riuscirete ad estrarre l’osso della vedova e a dimenticare un po’ il chiagne per concentrarvi sulla seconda parte vedrete che la vedova improvvisamente diventerà “veuve clicquot“.

toro

OSSO DEL DESIDERIO: Desiderio, re longobardo, salì al trono nel 756 d.c. succedendo a re Astolfo. Nella sua ascesa al trono trovò manforte nel Papa Stefano II, al quale aveva promesso di non accampare pretese sui territori bizantini. Incoronato non rispettò i patti ed attaccò i bizantini, grazie alla propria abilità nel concedere privilegi alla chiesa non entrò però in conflitto con il Papa. Sino a quando, morto Stefano II cercò di imporre manu militari il proprio cappellano come Papa, ma non ci riusci ed il nuovo Papa Adriano I, espressione della curia romana, chiamò in aiuto i franchi che invasero la pianura padana iniziando di fatto la decadenza dei bizantini. In altre parole non strafate, non fate troppo i furbi, che poi a febbraio rischiate di pagarla cara. Con questo accenno storico credo anche di avervi dato chiare indicazioni di voto per le politiche di febbraio!

vergine

FARFALLE NELLO STOMACO: nel suo romanzo “la colite dell’usignolo” la scrittrice giapponese Hitomi Kisugi parla dei problemi digestivi dell’ usignolo Uky e delle proteste degli automobilisti che parcheggiavano sotto il suo nido. Facendone una allegoria sulla nostra esistenza, ad un certo punto parla del bruco Temaky che, sentendo avvicinarsi la propria mutazione in farfalla e convinto di morire, dapprima se ne rattrista, poi capisce che tanto per mangiare foglie e rischiare di essere mangiati da quello scoreggione dell’usignolo, tanto vale stare nel proprio bozzolo e morire. Naturalmente si trasformerà in una splendida farfalla (ma finirà spetasciata sul parabrezza di un furgone sulla Tokio Osaka, ahimè i giapponesi sono fatti così). Vi auguro di saper affrontare i mutamenti che questo incerto febbraio porterà con sè, con lo stesso spirito del bruco Temaky (e magari state alla larga dalle autostrade…)

Annunci