Sicuramente le ultime generazioni di ragazzini sono cresciute all’ombra della minaccia di attacchi terroristici da parte delle forze del male. Attentati aerei, esplosioni, guerre batteriologiche, lettere all’antrace, guerre chimiche hanno accompagnato come una sorta di stonata litania la crescita dei nostri beneamati pischelli.

Con tutto il rispetto per la sofferenza di quest’ultimi, va finalmente portato alla luce che le generazioni passate sono cresciute all’ombra di una minaccia, anch’essa chimica, ben più atroce e aggressiva per la psiche umana…

Mi riferisco infatti alla crudele tortura a cui milioni di bambini ( e di adulti) sono stati sottoposti per anni nelle piscine di mezzo mondo: chi si lasciava scappare la pipì in piscina, scatenava una reazione in acqua e veniva immediatamente avvolto da una macchia colorata, ribattezzata negli anni “LA MACCHIA DELLA VERGOGNA”!

Ne parlo una sera a cena con un accaldato Jamesblog, il quale appunto mi chiedeva informazioni sulla possibilità di andare in piscina qui in città. Dal parlare di piscine al parlare di pisciare in piscina il passo ovviamente è breve.

Jamesblog mi spiega che da dove viene lui, nelle piscine hanno messo una sostanza che quando fa reazione con l’urina materializza cento piranha che divorano in pochi secondi il malcapitato trasgressore.

Quando mi chiede cosa succede qui da noi e io gli racconto della MACCHIA DELLA VERGOGNA, Jamesblog scappa inorridito e piangente, gridando…” è la cosa più atroce che io abbia mai sentito in vita mia...”

Passano parecchie ore prima che jamesblog riesca a riprendersi un pò dallo shock, e a quel punto, inevitabili, fioccano alcune sue domande…

  • Come è possibile che mettano in acqua una sostanza innocua per l’uomo che faccia reazione al contatto con la pipì e tinga l’acqua?

  • Ma di che colore si tingeva l’acqua?

  • Non è che forse semplicemente qualche gestore di piscine furbo ha messo il cartello in giro, giusto come deterrente e poi si è sparsa la voce?

  • Ma siete tutti così babbi di minchia che ci avete creduto?

  • Non è che stiamo praticamente parlando di una delle tante leggende metropolitane che da sempre si tramandano indisturbate?

Eppoi, aspettate un attimo…ammettiamo anche che questa storia fosse vera…

  • Non è veramente vessatorio pensare che magari non ce l’hai proprio fatta a tenerti la pipì e ZAC ecco la macchina del fango che scatena intorno a te la macchia della vergogna?

  • Ma se uno pisciava e poi si spostava velocemente, il bagnino come faceva a capire chi era il colpevole? Non c’era il rischio che a pagare fossero degli innocenti?

  • Ma quali sanzioni erano previste per chi veniva beccato dal bagnino circondato dalla macchia della vergogna?

  • Ma se questo avveniva in una piscina all’aperto e proprio in quel momento passava su in cielo un aereoplano, i passeggeri da su riuscivano a vedere la macchia della vergogna?

  • Ma se veramente sono stati così bravi da inventare una cosa del genere, perchè fino ad ora nessuno è riuscito a inventare un marchingenio che quando uno, non autorizzato, parcheggia sul posto disabili…ZAC ecco uno spara odore che ti impregna per un mese intero di puzza di merda?

Ancora una volta tante, troppe domande che cercano una risposta…

Esiste qualcuno che ne sa qualcosa di più?

Esiste qualcuno di voi che è stato vittima della macchia della vergogna?

Conoscete qualcuno che è stato vittima di questo terribile maleficio?

 

 

Annunci