Anche i supereroi hanno dei parenti, e capita quindi che fra mille avventure interplanetarie ci sia lo spazio per un veloce pranzo col cugino apprendista supereroe.

Chiacchere, risate, punto della situazione, due caffè e poi ecco jamesblog e suo cugino alla cassa a saldare il conto.

Paga il cugino apprendista (per forza jamesblog gira con monete antiche che non hanno alcun valore legale sul nostro pianeta), mette via il portafoglio, stanno per uscire ed ecco che un giovane ragazzo si fa avanti e si para timidamente davanti al robusto proprietario della sgrausa trattoria della Bovisa.

>Buongiorno, senta mi scusi, ecco vede…ehm, si cioè io stasera vorrei prenotare un tavolo per due alle sette e trenta…

Il robusto proprietario guarda il giovane e timido ragazzo e deridendolo gli apre davanti la pagina vuota dell’agenda, dicendogli che a quell’ora può benissimo presentarsi lì e trova tutti i tavoli per due che vuole!

Cavolo, pensa jamesblog! Questo scorbutico oste gli avrebbe fatto meno male se avesse tirato direttamente un pugno in faccia al povero e timido giovane ragazzo. Invece con quel tono sarcastico lo ha fatto sentire come FURIO (quello di Bianco Rosso e Verdone) e in più gli ha dato dello sfigato perchè viene a mangiare all’ora delle galline.

Io al suo posto sarei sprofondato….pensano all’unisono jamesblog e suo cugino.

E invece il giovane e timido ragazzo non si scoraggia affatto ed anzi mosso dal sacro fuoco di un sentimento ai presenti ancora sconosciuto, rilancia e dice:

>Ehm…eh, senta, mi scusi, ecco vede, ehm, cioè io stasera verrei con la mia fidanzata e vorrei farle una sorpresa…ecco non è che sarebbe possibile portarle al tavolo delle bruschette a forma di cuore??

Il sindaco Pisapia dalla sala operativa del Comune di Milano ordina immediatamente di diffondere in tutta la città la musica di Trottolino amoroso. I suoi assessori eseguono puntualmente.

E allora ti chiamerò trottolino amoroso du du da da da…

Gli occhi di tutti sono ora puntati sul robusto e scorbutico oste della trattoria della Bovisa. Quest’uomo prima di diventare oste e cominciare ad odiare il mondo intero, avrà pur amato qualcuno, avrà pur regalato un fiore ad una ragazza che gli faceva battere forte forte il cuore.

A lui quindi la parola…

> Senti caro, noi il pane delle bruschette lo compriamo già fatto e non possiamo cambiargli forma…se vuoi, passa un pò prima, porti qualcosa tu e noi poi te lo portiamo al tavolo e le facciamo una bella sopresa…

Insomma, anche l’oste scorbutico da giovane ha amato una donna…e infatti si è rilassato, ha usato un tono pacato e si è dichiarato disponibile a farsi complice…

>Uhm, ehm, eh, capisco, ehm, però la cosa delle bruschette a forma di cuore mi piaceva di piùvabbè ci penso, ci vediamo stasera alle sette e trenta.

…continua…

Annunci