Pochi giorni fa un collega di jamesblog è stato fermato dalla polizia per accertamenti. E’ l’ennesimo episodio di intralcio al lavoro dei supereroi che devono essere lasciati liberi di poter portare pace, giustizia e verità nel mondo con i loro superpoteri. Il collega di jamesblog si è difeso dalle forze dell’ordine ricorrendo prima al classico “lei non sa chi sono io” e poi alla devastante arma del luogo comune: “ non è la gente come me che dovete controllare, perchè non andate a prendere i marocchini, i pedofili e gli zingari”.

La potenza sferrata dal luogo comune ha colpito i poliziotti che si sono prontamente scusati con il collega di jamesblog, annotando con cura sul proprio taccuino i prossimi obiettivi dei loro pattugliamenti.

Annunci